Contattateci I miei ordini Altre domande
00800-33584266
Call-Back-Service
Contatti
Il tuo carrello (0)
 
I miei ordini
FAQs
Portale Moto
Centro di montaggio
Home | Condizioni generali di vendita | Consegna e condizioni di pagamento

Un servizio
Deltilogo

L´abc degli pneumatici da motocicletta

1. La pressione dello pneumatico

La maggior parte dei danni agli pneumatici è causata dalla pressione sbagliata; inoltre, essa influisce in modo essenziale sul modo di guida. La pressione dello pneumatico è ordinata dal produttore del veicolo e si trova scritto sul suo manuale o su di una placchetta posta sulla ruota posteriore o sul copricatena. La pressione deve essere regolata prima della partenza, quando lo pneumatico è freddo. L´aumento della pressione, causato dal movimento (riscaldamento), NON DEVE, in nessun modo essere ridotto; si consiglia di regolare la pressione una volta a settimana. Se si viaggia in due persone o con bagagli pesanti, aumentare la pressione di 0,2 bar nello pneumatico posteriore; se la pressione è troppo bassa, lo pneumatico si riscalda troppo e causare così una follatura maggiore dello pneumatico, cosa che può causare la distruzione di quest´ultimo. La pressione è troppo alta, invece, peggiora il modo di guida, il comfort e aumenta l´usura dello pneumatico. Dopo aver controllato la pressione non dimenticarsi di rimettere il cappuccio della valvola.

2. Profilo degli pneumatici

Secondo le norme di ammissione degli autoveicoli alla circolazione stradale il profilo minimo è di 1,6 mm; questo può essere controllato facilmente vicino l´indicatore di profilo, che si trova sul lato dello pneumatico, ed è indicato con le lettere "TWI". Vi consigliamo di cambiare gli pneumatici quando hanno un profilo di 2,0 m.

3. Di cosa si dovrebbe tener conto con pneumatici nuovi?

Durante il montaggio di pneumatici a camera d´aria (TT), bisogna mettere anche camere d´aria nuove, poiché quelle già utilizzate, essendosi dilatate, possono avere il materiale troppo fino o si possono essere formate delle rughe e possono, in tal modo, lacerarsi. Nel caso in cui vengono montati pneumatici senza camera d´aria, si consiglia di utilizzare valvole nuove e corte, poiché frenando o accelerando, così come guidando ad alta velocità sull´autostrada, le forze centrifughe le possono storcere anche a 90° (in caso estremo). Con velocità a più di 200 km/h le forze centrifughe, che agiscono sulla valvola, diventano così grandi, che le molle precaricate e la pressione interna non bastano più per mantenere chiusa la valvola; valvole corte hanno delle molle più corte che quelle lunghe.

4. Utilizzo di pneumatici nuovi

Quando si utilizzano degli pneumatici nuovi, bisogna inizialmente, guidare a velocità moderata (soprattutto quando fa freddo ed è umido), fino a quando gli pneumatici hanno raggiunto la temperatura esatta per garantire l´aderenza sulla strada. Gli pneumatici nuovi hanno la superficie liscia, per cui fino a quando hanno raggiunto la loro situazione ottimale, bisogna guidare all´incirca per 200 km. Tanto tempo ci vuole, affinché lo pneumatico si posi al cento per cento sul cerchione e raggiunga l´aderenza ottimale. Gli pneumatici da motocicletta raggiungono la loro capacità soltanto raggiungendo una certa temperatura, per cui conviene sempre farli riscaldare.

5. Attenzione al movimento degli pneumatici

Lo pneumatico deve avere uno spazio abbastanza grande, per es. dal parafango, dalla leva, dalla forcella per potersi muovere senza problema; a causa delle forze centrifughe il diametro dello pneumatico diventa più grande con l´aumento della velocità (soprattutto se si tratta di pneumatici a struttura incrociata). Per questo motivo La invitiamo a fare attenzione a cambiamenti del passo, p. es. a causa di catene logorate; tenga sempre sotto occhio la zona della catena.

6. Prestazioni chilometriche

Chilometraggi molto alti sono importanti anche per i costi delle motociclette, poiché questi significano poche spese per Lei. Ciononostante il chilometraggio delle motociclette non può essere confrontato con il chilometraggio degli autoveicoli o degli automezzi pesanti, soprattutto quello degli pneumatici posteriori. Il chilometraggio dipende anche dal modo di guida e dalla motocicletta stessa. Essendo le motociclette non tanto pesanti, si può accelerare molto bene; in questo caso lo pneumatico posteriore scivola di più e ciò significa usura per gli pneumatici. Per questo motivo il peso di una seconda persona sulla motocicletta è ritenuto ottimo, poiché con la pressione di questa, lo pneumatico tocca meglio l´asfalto e ha meno possibilità di usura. Ciò significa per lo pneumatico una durata più lunga.

7. Cerchioni di motociclette

Pneumatici da motociclette possono essere montati soltanto su cerchioni per motociclette; nuove norme di demarcazione degli pneumatici prevedono che su di essi ci sia il simbolo M/C; questo è il simbolo di quegli pneumatici che possono essere montati soltanto su cerchioni da motociclette. La larghezza esatta del cerchione è importante per il handling e per la stabilità. Se il cerchione è troppo fino o troppo ampio, la superficie di rotolamento sarà anormale e così ci saranno dei problemi generali anche nella guida.

Lo sviluppo nella tecnica degli pneumatici e dei cerchioni ha portato in passato alla produzione di diversi tipi di cerchioni; si sono ottenuti così due tipi di sistema di cerchioni: quelli previsti per pneumatici senza camera d´aria e quelli per pneumatici con camera d´aria.

8. Pneumatici da motocicletta sotto prova

Provare la prestazione e i freni comporta per gli pneumatici grandi logoramenti; queste prove possono causare danni visibili e invisibili agli pneumatici, che in alcuni casi possono causare problemi più gravi, anche in un secondo momento.

9. Riparazioni agli pneumatici

Non si possono dare consigli generali per quanto riguarda la riparazione degli pneumatici, poiché in ogni paese ci sono delle norme differenti; comunque, noi consigliamo, se la riparazione è permessa, di riparare soltanto piccoli difetti di tenuta sul battistrada, utilizzando un ago a forma di fungo. Immettere, invece, una camera d´aria, a modo di guarnizione, non è permesso. Generalmente, consigliamo, per la vostra sicurezza, di cambiare lo pneumatico danneggiato. In generale, il meccanico che ripara lo pneumatico garantisce per il lavoro e per la riparazione da lui eseguiti.

10. Bonifica degli pneumatici

Gli pneumatici da motocicletta non possono essere bonificati, poiché ciò significherebbe pregiudicare la vostra sicurezza e il modo di guida. La bonifica, generalmente, è proibita.

11. Deposito degli pneumatici

Gli pneumatici devono essere depositati in una stanza fresca, asciutta e areata; la temperatura dovrebbe sempre essere sotto i 25 °C e non dovrebbe oscillare in modo estremo. Evitare il contatto diretto con tubi e radiatori; l´ozono fa sì che gli pneumatici invecchiano presto, per cui è consigliato di non metterli nelle vicinanze di motori o altri macchinari, che emettono dei segnali elettrici, poiché questo porta ad un alto concentramento di ozono. Carburanti e lubrificanti possono corrodere la miscela di gomma e guastare lo pneumatico: togliere olio o benzina immediatamente con una pezza pulita.

12. Montaggio degli pneumatici

Generalmente tutti gli pneumatici da motocicletta dovrebbero essere montati da un meccanico! Se si tratta di pneumatici con profilo direzionale bisogna stare attenti alla direzione di rotazione.

13. L´equilibratura degli pneumatici da motocicletta

Corpi elastici come gli pneumatici non possono essere prodotti che girano perfettamente e senza squilibrio, per questo motivo dopo il montaggio di uno pneumatico nuovo bisogna sempre equilibrarlo. Per fare ciò ci sono due metodi: il bilanciamento statico e quello dinamico. Il bilanciamento statico può essere fatto senza la rotazione delle ruote, mentre quello dinamico può avvenire soltanto mentre la ruota gira e così si misurano contemporaneamente le irregolarità delle masse rispetto al livello centrale dello pneumatico. Con pneumatici che hanno pollici di 2,5 o più, si consiglia fare il bilanciamento dinamico.

Attenzione: per evitare la perdita d´aria durante un viaggio, si consiglia di utilizzare i pesi per l´equilibratura indicati dal produttore della motocicletta (per es. l´ugello sulla razza, il filo di piombo oppure i pesi per cerchioni autoadesivi). Sconsigliamo l´utilizzo di pesi fluidi e di giunti di tenuta per pesi fluidi.

Gli pneumatici devono essere regolati dopo ogni smontaggio della ruota posteriore o dopo l´aggiustamento della catena; ogni volta che uno pneumatico male regolato ruota, questo porta a più logoramento e a una sua minore durata, così come può pregiudicare il comportamento nelle curve e nella guida generale così la stabilità di guida.

14. Battistrada ed incavi del battistrada

Gli incavi del battistrada servono a far scivolare l´acqua, quando la strada è bagnata; maggiore è il numero di questi incavi, maggiore è la parte di logoramento dello pneumatico. Se la profondità del battistrada è poca, allora il logoramento è ad uno stato avanzato.

15. Mescole di gomma

La sua composizione influisce sulla durata e sull´aderenza dello pneumatico; se la mescola è di gomme morbide, ciò incrementa il logoramento e la trazione. Se, invece, la mescola è di gomme dure, il logoramento è minore; una mescola di gomme di silice è vantaggiosa soprattutto su strade bagnate.

16. Bordo degli pneumatici

Il bordo degli pneumatici influisce sul comportamento dinamico della motocicletta; un bordo più appuntito di pneumatici sportivi incrementa la precisione e le frenate; pneumatici da Touring, invece, sostengono più la stabilità e perciò hanno i bordi più rotondi.

17. Battistrada

Il battistrada è la superficie di contatto tra la strada e la motocicletta; spesso la mescola del battistrada è diversa di quello del lato dello pneumatico per essere all´altezza di tutte le esigenze. In un certo senso la deformazione del battistrada contribuisce al comfort.

18. Carcassa

La carcassa sostiene il peso della motocicletta, provvede alla stabilità e influisce sul comfort. Essa si può trasformare fino ad un certo punto. Generalmente le carcasse con sistema costruttivo radiale sono più elastiche che quelle con sistema di costruzione diagonale; in questo modo attutiscono meglio i colpi.

19. Kickback

Il kickback accade ad alta velocità: esso è causato dai colpi, che vengono trasmessi dalle righe trasversali e dall´ondulazione del terreno sulla carcassa. Pneumatici che hanno una capacità alta di assorbimento, riducono i kickback.

20. Indice di portata lorda

L´indice di portata lorda (Load Index) è un codice, che indica la velocità massima dello pneumatico alla velocità indicata dal simbolo su di esso. A "V" e "W" tener conto delle diminuzioni della portata lorda. Il numero "PR" è il riconoscimento per l´uso dello pneumatico; secondo le norme tedesche ed europee non c´è una segnalazione "PR" per bicicli. Soltanto la norma giapponese utilizza la segnalazione "PR"; si può comparare con la norma europea come segue:

4 PR= modello normale
6 PR= modello rinforzato

Le misurazioni e pesi lordi sono, in tutte e due i casi, uguali. Non confondete il numero "PR" con il numero "Ply,Plies"; hanno un significato completamente differente.

Pneumatici di motociclette e ciclomotori che non hanno il numero "PR", sono degli pneumatici che hanno un peso lordo maggiore, e questi hanno l´aggiunta "Reinforced" oppure reinf., p. es. 3.00 - 16 48 P reinforced

170/80 B 15 M/C H TL reinf.

codice di peso lordo) Kg libbra
20 80 176
21 82,5 182
22 85 187
23 87,5 193
24 90 198
25 92,5 207
26 95 209
27 97 214
28 100 220
29 103 227
30 106 234
31 109 240
32 112 247
33 115 254
34 118 260
35 121 267
36 125 276
37 128 282
38 132 291
39 136 300
40 140 309
41 145 320
42 150 331
43 155 342
44 160 353
45 165 364
46 170 375
47 175 386
48 180 397
49 185 408
50 190 414
51 195 430
52 200 441
53 206 454
54 212 467
55 218 481
56 224 494
57 230 507
58 236 520
59 243 536
60 250 551
61 257 567
62 265 584
63 272 600
64 280 617
65 290 639
66 300 661
67 307 677
68 315 694
69 325 716
70 335 739
71 345 761
72 355 783
73 365 805
74 375 827
75 387 853
76 400 882
77 412 908
78 425 937
79 437 963
80 450 992
81 462 1019
82 475 1047
83 487 1074
84 500 1127
85 515 1135
86 530 1168
87 545 1202

21. Indici di velocità

Simboli di velocità indicano la categoria di velocità del veicolo; generalmente è una lettera- codice.

Categorie di velocità (km/h) simboli di velocità (lettera-codice)

lettere- codice km/h
B 50
C 60
D 65
E 70
F 80
G 90
J 100
K 110
L 120
M 130
N 140
P 150
Q 160
R 170
S 180
T 190
U 200
H 210
V/VB fino a 240
(V) (VB) al di sopra di 240
W fino a 270
(W) al di sopra di 270
ZR al di sopra di 270

22. NHS

Abbreviazione per "Not for Highway Service"; questo tipo di pneumatici sono da gara e non è permesso utilizzarli, a partire dalla data di produzione del 01.01. 1993, su strade pubbliche (in Germania).

23. M& S per pneumatici da motociclette

Si trova su pneumatici enduro, concepiti per l´utilizzo off-road; se si utilizzano pneumatici da gara su strade normali, consigliamo di sfruttare la massima velocità solo per poco tempo, poiché, in caso contrario, si ha un consumo del rilievo, cosa che a sua volta influisce sull´idoneità sul terreno. Per questo motivo si mette un adesivo sul cockpit; quindi, M& S non ha niente a che vedere con il significato degli pneumatici per autoveicoli, in cui quest'abbreviazione indica gli pneumatici da neve.

24. Valvola, spina della valvola, cappuccio della valvola

Poiché anche le valvole invecchiano, vale la regola: " nuovo pneumatico, nuova valvola!" Si consiglia di utilizzare spine di valvole corte. Grandi forze centrifughe influiscono sulla spina della valvola in modo che il supporto della valvola precaricata e la pressione interna non è capace di tener chiusa al 100% la valvola; poiché la massa della valvola corta è piccola, essa rimane chiusa anche ad alta velocità. La stessa forza centrifuga che fa spostare i sedili di una giostra, influisce anche sulle spine delle valvole, quando si viaggia; se la velocità è abbastanza alta, può succedere ciò che succede quando si ficca un´unghia nella valvola, cioè esce dell´aria. In questo caso l´unica cosa per evitare la perdita di pressione è il cappuccio della valvola. Ciò succede soltanto a velocità molto alte; però, una spina della valvola male fatta, può causare questa perdita anche a velocità minori di 200 km/h e per questo motivo, il cappuccio deve essere ben avvitato. Si consiglia d´utilizzare cappucci di valvola ermetici di metallo con giunti di gomma.

25. Tallone

La congiunzione con il cerchione viene chiamata tallone. Fili d´acciaio messi nella gomma (il cosiddetto cerchietto) fanno si che sia stabile. I bordi della carcassa si piegano sul cerchietto, in modo tale da essere rigido. Questa congiunzione deve essere sempre ottima, poiché attraverso il cerchietto vengono trasmesse sia la forza motrice che quella di frenata (sia sul cerchione che sul veicolo). Inoltre, il cerchietto, in pneumatici senza camera d´aria, ha il compito di guarnizione, evitando così la perdita di pressione.

26. Denominazione per pneumatici da motocicletta secondo la norma EU ECE R 75

È stata decisa una norma, con la quale cambiano anche le indicazioni delle grandezze degli pneumatici; i motociclisti, i commercianti e gli organismi di controllo, però, non devono cambiare totalmente le loro attitudini, poiché simili denominazioni sono conosciute già dalle denominazioni di velocità H. I cambiamenti toccano soprattutto gli pneumatici V, VB, VR e ZR. Il cambiamento essenziale tra la denominazione vecchia e quella nuova riguarda l´introduzione del funzionamento (indice di capacità di carico e il simbolo di velocità), così come il nuovo simbolo di velocità W (= 270 km/h) per gli pneumatici ZR. Il simbolo V(finora V = sopra i 210 km/h) adesso vale V = 240 km/h.
Se uno pneumatico von il simbolo V corrisponde alla velocità di 240 km/h, allora il simbolo della velocità non viene indicato, mentre si indica il funzionamento (indice di capacità di carico e il simbolo di velocità), p. es. 69 W.
Su pneumatici ZR con velocità di 270km/h la denominazione resta uguale ed è stato aggiunto il funzionamento dello pneumatici, p. es. 69 W.
Se la velocità massima di uno pneumatico V/VB/VR è sopra di 240 km/h o per uno pneumatico ZR è al di sopra di 270 km/h la denominazione utilizzata fino ad ora rimane intatta, in più si aggiungono l´indice di capacità di carico e il simbolo di velocità; questi ultimi si trovano tra parentesi, mettere in evidenza, che la velocità massima permessa è al di sopra di V = 240 km/h oppure W = 270, p. es. (69 V), (69 W).

27. M/C

Questo segno indica che si tratta di uno pneumatico da motocicletta che può essere montato soltanto su un cerchione per motociclette. M/C= motorcycle

28. Pneumatici con taglio trasversale basso

Pneumatici da motociclette moderni sono per la maggior parte con taglio trasversale: l´altezza del fianco è più piccola della larghezza del battistrada; ciò fa sì che il battistrada sia più ampio e la stabilità sia maggiore. Uno pneumatico delle dimensioni di 120/70 ZR 17 è largo, p. esempio, 120 mm ed è alto 84 mm (70% di 120 mm).

29. Silice

Il silice (gel di silice), come componente della mescola di gomma fa sì che lo pneumatico aderisca sulla strada bagnata. Inoltre, questo materiale è positiva per la prestazione chilometrica e per l´attrito di rotazione.

30. walken

Attraverso l´affondamento periodico del carrello, lo pneumatico si deforma. La cintura di pneumatico del supporto si muove (walk) e così lo pneumatico si riscalda, si logora e invecchia.

31. TT/ TL Pneumatici

Pneumatici con camera d´aria (TT)
Generalmente la Delticom consiglia di utilizzare nuove camere d´aria, quando si montano pneumatici a camera d´aria, poiché queste con l´utilizzo si allargano e con il calore causato dal movimento invecchiano. Se si utilizzano quelle vecchie, possono formarsi rughe pericolose. Viene anche sconsigliato utilizzare camere d´aria riparate.
Pneumatici senza camera d´aria (TL)
Pneumatici senza camera d´aria possono essere utilizzati anche su cerchioni che richiedono camere d´aria, premesso però l´utilizzo della camera d´aria.

32. Reinforced / rinforced

Pneumatici con carcassa rinforzata e più grande portata lorda si riconoscono dal contrassegno "reinf." Spesso si tratta di un tipo di pneumatico pesante per motociclette.

33. Punto colorato sul lato dello pneumatico vicino al tallone

Spesso dopo la produzione gli pneumatici sono equilibrati e marcati con un punto (rosso Metzeler/Pirelli, giallo Bridgestone e Dunlop). Questo punto si chiama punto d´equilibratura; quando si monta uno pneumatico, questo punto è il più difficile da disporre.

34. TWI (Tread Wear Indicator)

TWI Wear Indicator. Righe trasversali nel profilo dello pneumatico, che segna la sua usura; queste righe, rese ottime per il mercato americano, segnano la profondità restante di circa 0,8-1,0 mm. Per la Germania queste righe non hanno alcun significato, poiché il profilo minimo deve essere di 1,6 mm.

IVA e spese di spedizione sono già comprese nel prezzo.

© 1999-2016 by Delticom / moto-pneumatici.it 24.09.2016 07:18

| Home | Consegna e opzioni di pagamento | Condizioni generali di contratto | Protezione dei dati | Dati dell'azienda | Newsletter | Raccomandare |
| F.A.Q | L'ordine - come si effettua? | I miei ordini | Consiglio | Call-Back-Service | Dicono di noi | Officine di montaggio | Promozione Estate in moto |
| Inizio della stagione | Contatti |
Motorradreifen-Shop Deutschland Pneus moto FR Motorradreifen-Shop Schweiz pneumatici moto IT motorbanden NL motorcycle tyres UK Motorbike Tires US mc dæk DK neumáticos moto ES Motorradreifen-Shop Österreich mc däck SE Pnevmatike za motocikle SI moto pneu BE mp renkaat FI pneu motocyklové CZ motocyle pneumatiky SK pneus mota PT Motorsykkeldekk NOe moto tyres IE motorgumik HU opony moto PL anvelope moto RO Mootorrattarehvid EE Motociklu padangos LT Motociklu riepas LV Motorbike Tyres Shop for other countries