Domande frequenti

    1. Come bisogna immagazzinare gli pneumatici?
    2. Come riconosco pneumatici silenziosi?
    3. Dove trovo informazioni sulla durata degli pneumatici?
    4. Quale sono le informazioni sui produttori e sui luoghi di produzione?
    5. Quando uno pneumatico scoppia?
    6. Quanti anni hanno gli pneumatici rinnovati?
    7. Quanto durano gli pneumatici?
    8. Quanto può essere lo spessore minimo dello pneumatico?
    9. Sono i pneumatici veramente nuovi?
    1. Come bisogna immagazzinare gli pneumatici?

      Pneumatici senza cerchioni dovrebbero essere immagazzinati in posizione eretta, pneumatici con cerchioni, invece, in modo coricato, riguardo al luogo si dovrebbe scegliere un posto fresco e secco. Inoltre, La preghiamo di non fare venirli a contatto con benzina, olio o grasso.



    2. Come riconosco pneumatici silenziosi?

      All´interno e all´esterno degli pneumatici ci sono dei blocchi di gomma singoli, nel caso in cui questi sono disposti asimmetricamente e le tacche del profilo (dalla parte esteriore) non arrivano fino al centro, allora si tratta di pneumatici silenziosi. A causa del loro profilo speciale e del materiale (mescola di gomma più morbida) la resistenza durante il rotolamento è ottimizzata, cosicché i rumori di rotolamento sono pochi e il consumo della benzina diminuisce.



    3. Dove trovo informazioni sulla durata degli pneumatici?

      Solitamente la durata degli pneumatici non si può generalizzare, poiché questa dipende da differenti fattori, come p. es. il peso dell´autoveicolo, dal manto stradale e dal modo di guida.



    4. Quale sono le informazioni sui produttori e sui luoghi di produzione?

      Gli pneumatici da noi offerti gli acquistiamo da produttori tedeschi, siccome, però, questi produttori hanno spostato la loro produzione all´estero per motivi di spese, non possiamo garantire che questi siano stati prodotti in Germania. Comunque, tutti gli pneumatici vengono sottoposte a norme europee severe di controllo, per cui devono avere una qualità molto buona. Tutti gli pneumatici venduti all´interno dell`Ue devono adempiere questa norma: se lo fanno, allora sul lato dello pneumatico è visibile il simbolo della 'E' o 'e'.



    5. Quando uno pneumatico scoppia?

      A questa domanda non si può dare una risposta generalmente valida.
      Cause frequenti possono essere comunque:
      A) guidare con pressione troppo bassa o troppo peso: in questo caso può succedere che, in caso di funzionamento continuo, lo pneumatico si surriscalda ed elementi costitutivi di quest´ultimo non reggendo più il carico, il battistrada si stacca e lo pneumatico scoppia.
      B) passare sopra ostacoli (p.es. bordi sopraelevati): attraverso questi interventi si possono daneggiare elementi costitutivi dello pneumatico (in modo visibile, p. es. ammaccature o lacerazioni oppure in modo non visibile, se riguarda elementi interni), conseguenza di A) può essere lo staccamento del battistrada o meglio lo pneumatico può scoppiare. Se, invece, non ci si accorge che lo pneumatico è rovinato e lo si usa guidando ad elevata velocità o con molto carico e per tragitti lunghi, allora il danno si può estendere. Conseguenze: lo staccamento del battistrada o meglio lo pneumatico può scoppiare. Concludendo si può dire che, se attraverso le cause sopra descritte si rovina la base dello pneuamtico, esso può scoppiare.



    6. Quanti anni hanno gli pneumatici rinnovati?

      Siccome dopo il rinnovo di uno pneumatico non è più possibile rilevare la sua data di produzione originaria, i rivenditori specializzati e i vulcanizzatori di pneumatici possono utilizzare soltanto la data del rinnovo. La durata di uno pneumatico rinnovato, inizia con la sua data di rinnovo ed è, come quella di pneumatici nuovi, di 10 anni (al massimo). Informiamo che, anche per gli pneumatici rinnovati valgono gli stessi criteri di garanzia e di responsabilità che per quelli nuovi, iniziando dal momento in cui sono stati rinnovati o meglio, dalla data in cui sono stati consegnati al consumatore.



    7. Quanto durano gli pneumatici?

      Generalmente gli pneumatici hanno una durata di 10 anni, se uno pneumatico viene immagazzinato in modo corretto durante 5 anni, la sua situazione corrisponde ad uno pneumatico nuovo. Gli pneumatici diventano vecchi a causa di processi fisici e chimici, ciò vale anche per pneumatici poco usati o non affatto usati. Per contrastare questo processo alle mescole vengono aggiunte delle sostanze, che non hanno influenza sulle prestazioni degli pneuamtici a causa dell´ossigeno e dell´ozono, così, è garantito che, anche uno pneumatico immagazzinato per diversi anni in modo corretto, corrisponda alle specificazioni di uno pneumatico nuovo e la sua idoneità non è pregiudicata. Comunque, La preghiamo di tener presente i chilometri fatti: se fa 44.000 km all´anno pneumatici estivi non dovrebbero essere cambiati dopo i 3,5 anni, e quelli invernali dopo 7 anni al massimo (tenedo presente che vengono utilizzati soltanto in inverno).



    8. Quanto può essere lo spessore minimo dello pneumatico?

      Con uno spessore di 4 mm gli pneumatici non aderiscono più molto bene sull´asfalto, soprattutto sul bagnato, essi, allora, possono perdere il contatto con la strada e l´autoveicolo non è più conducibile e frenabile. Per questo motivo Le consigliamo di non aspettare fino al momento in cui lo spessore arriva ad una profondità di 1,6 mm (com´è ancora permesso dalla legge!) per cambiarli. Gli pneumatici estivi dovrebbero avere lo spessore di 2- 2,5 mm, mentre quelli invernali dovrebbero essere cambiati ad uno spessore di battistrada di 4 mm. Il punto in cui bisogna misurare lo spessore del battistrada si trova tra le scanalature: è il punto più profondo della scanalatura di cui bisogna tener conto durante la misurazione! Rialzi e rinforzi sul battistrada e sui suoi lati non hanno importanza nella valutazione della misurazine dello spessore. Gli indicatori di consumo TWI (Tread Wear Indicator- oppure altri tipi di segni) sono posti sui lati degli pneumatici, se si segue la freccia, si può vedere, che in questa parte degli pneumatici il profilo non è molto profondo. Ciò è fatto con proposito, poiché in tal modo, se gli pneumatici sono consumati al massimo (quindi, i 1,6 mm previsti dalla legge), queste parti sono ben visive (sulla superficie)- il limite massimo di usura è raggiunto. Non è consigliabile arrivare a tal punto, alcuni test hanno dimostrato che già al di sotto di 3 mm l´aderenza diminuisce, e soprattutto sul bagnato!



    9. Sono i pneumatici veramente nuovi?

      Offriamo esclusivamente pneumatici nuovi da produzioni attuali. Marchiamo la merce di magazzino, che ha piú di due anni, come merce DOT, specificando l´anno di produzione. Ain Tramite il contrassegno DOT al fianco del pneumatico puó riconoscere la settimana e l´anno di produzione. Per favore faccia attenzione che tramite un immagazzinamento corretto con il passar del tempo le caratteristiche specifiche del materiale possono migliorare, in quanto la gomma del pneumatico non é sottoposta subito al gravame stradale e puó continuare ad indurirsi. Secondo la BRV (confederazione dei grossisti di pneumatici e della mano d´opera di vulcanizzazione pneumatici) pneumatici immagazzinati secondo normativa vengono ritenuti , fino a 3 anni dalla fabbricazione come nuovi di fabbrica e fino a 5 anni come nuovi.



    Usiamo i cookie. Utilizzando la pagina acconsente al loro impiego.
    OK